COME CONSERVARLO

Mantenere invariato il sapore del San Daniele nei secoli è da sempre la nostra missione. Per questo vogliamo dare anche a voi qualche consiglio su come mantenere intatto e sempre fresco il gusto del vostro San Daniele, fetta dopo fetta.

Affettato al banco fresco

Le condizioni di conservazione e la temperatura a cui il prosciutto di San Daniele viene affettato possono incidere in maniera rilevante sull’aspetto organolettico. Per degustare al meglio il prodotto affettato al banco fresco si consiglia vivamente di consumarlo subito, a distanza di una/due ore dopo l’acquisto e comunque entro 12 ore. Nel frattempo, si raccomanda di conservarlo in frigo ad una temperatura compresa fra +1°C e +6°C.

Vaschetta di pre-affettato

Queste confezioni vanno conservate in frigorifero, ad una temperatura compresa tra +5°C e +5°C, ed aperte 5/10 minuti prima del consumo. Il tempo massimo di conservazione delle vaschette chiuse e tenute in frigorifero, riportato sempre sulla confezione, è di 120 giorni. Una volta aperta la vaschetta, si consiglia di consumare il prosciutto entro le 12 ore.

Intero con osso

Deve essere conservato in un luogo fresco e asciutto, anche a temperatura ambiente, dai 15 ai 20 °C, fino al momento dell’utilizzo. Una volta tagliato il prosciutto, è necessario coprire la parte interessata dal taglio con pellicola trasparente o carta stagnola e riporre il prodotto in frigo. Anche se conservato in frigorifero, si consiglia in ogni caso di consumare il prodotto entro il tempo massimo di un mese. Ogni volta che si riprende a tagliare è consigliabile scartare la prima fetta perché, essendo in superficie, può ossidarsi ed asciugarsi eccessivamente.

Disossato intero o in tranci

Dopo aver estratto il prosciutto dalla confezione sottovuoto, è necessario:

  1. ricoprire la parte superficiale tagliata con pellicola trasparente o carta stagnola;
  2. avvolgere l’intero prosciutto con pellicola, carta stagnola o carta monouso, per evitare che assorba altri odori;
  3. riporre il prosciutto in frigorifero, ad una temperatura compresa fra +1°C e +7°C. L’ideale sarebbe poter tagliare il prosciutto disossato in due o tre tranci e confezionarli sottovuoto. L’impiego del sottovuoto consente di mantenere più a lungo la fragranza del prosciutto. Prima di riprendere ad affettare il prosciutto si consiglia di scartare la prima fetta.